Fonte: www.annafendivini.it 

Nel maggio 2013 Anna Fendi Venturini, proprietaria della maison Fendi, ha lanciato una collezione di vini selezionati personalmente, insieme al marito Giuseppe Tedesco e al sommelier Michelangelo Di Toma.

La collezione vanta di ben ventuno tra vini e distillati, prodotti da diverse aziende vitivinicole di medie-piccole dimensioni distribuite su tutto il territorio italiano.

La particolarità di questa selezione, oltre a creare un connubio tra il mondo del fashion e quello del wine, riguarda il fatto che le bottiglie prodotte dalle diverse cantine italiane sono “brandizzate” a marchio AVF (Anna Fendi Venturini).

Questo progetto è stato inizialmente presentato al Vinitaly 2013 e successivamente il lancio della collezione ufficiale è stato sostenuto attraverso le svariate interviste che Fendi ha rilasciato ai blog di settore.

I vini scelti sono prodotti da cantine localizzate da nord a sud di tutta Italia ed è interessante scoprire che si tratta di tenute molto piccole.

Questi vini possono essere degustati presso Enoteca La Torre all’interno della dimora storica di proprietà della famiglia Fendi, Villa Laetitia, a Roma.

I vini e le cantine di produzione in questione sono:

Nome:  Denominazione  – Cantina

AlamaroKerner Alto Adige Doc 2011 – Weingut Niklas

Flanella: Pinot Grigio Igp 2012 – Quinta della Luna

Spina di Pesce: Soave Doc 2012 – Corte Adami

Bavero Rosso:  Amarone della Valpolicella Doc Classico 2009 – Luciano Arduini

TwillValpolicella Doc Superiore 2011 – Corte Adami

Bolero: Barolo Docg 2006 – Cantine Bava

Negligé: Brunello di Montalcino Docg 2007 – La Togata

Madreperla: Falanghina del Sannio Doc 2012 – Cantine A Casa

Stiffelius: Chianti Classico Docg 2009 – Castello di Meleto

Velvet: Chianti Classico Riserva Docg 2009 – Castello di Meleto

Plissé Soleil: Chardonnay Langhe Doc 2011 – La Bruciata

Voile: Gavi di Gavi Docg 2011  – Tenuta San Pietro

Occhio di Pernice: Primitivo di Manduria Doc 2010 – Tenuta Zicari

Cat’s Walk: Nero d’Avola Erice Doc 2010  – Fazio Wines

Sablé: Vermentino di Gallura Docg 2012 – Vigne Surrau

Lamé: Prosecco Superiore Brut Valdobbiadene Docg – Ca’ Salina

Decolleté: Alta Langa Doc Brut Metodo Classico 2006 – Cocchi

Fard:  Castel del Monte Rosato Doc 2012 –  Conte Spagnoletti Zeuli

Zip: Grappa Amarone Barrique –  Roberto Castagner

Aqua Vitae: Aqua 21 –  Roberto Castagner

Sulla base di una ricerca condotta sulle 18 aziende vitivinicole selezionate dalla stilista, emerge che il livello di digital integration è piuttosto basso.

Entrando nei dettagli dell’indagine, emerge che il 67% delle cantine è dotata di Facebook Fan Page di cui soltanto il 50% è certificata; mentre la presenza su Twitter è del 39%.

Per quanto riguarda gli altri social, si rileva una scarsa presenza. Osservando i dati relativi alla multicanalità (o digital integration) è interessante notare che il 22% non è presente su alcun social, mentre il 34% è presente su 3 o più social media

Fendi3

 

 

 

 

 

 

Le Cantine più presenti sui Social Media sono Cantine Bava (su 6 canali) e Castello di Meleto (su 5 canali).

 

Dati aggiornati al 02 maggio 2014

Le analisi sono state effettuate su fonti pubbliche.

Ai fini dell’analisi, sono stati considerati solo ed esclusivamente i profili social esplicitamente riconducibili alle Aziende (link da siti web istituzionali, riferimenti precisi: nome, indirizzo…).

Tutti i casi dubbi e per i quali non fossero presenti elementi sufficienti atti a chiarire il collegamento alle Aziende, non sono stati considerati.