Torna la Museum Week, la settimana dei musei su Twitter, dal 23 al 29 marzo 2015, interamente dedicata all’idea di poter vivere in versione digital e social un’esperienza di visita a uno dei musei europei.

Come?

Twitter ha deciso di coinvolgere il pubblico lanciando per ognuno dei giorni della settimana un hashtag che lo invogli a interagire sulla piattaforma per dire la propria: #secretsMW, in cui ogni museo svelerà al pubblico qualche dettaglio sui “dietro le quinte”, #souvenirsMW, in cui il pubblico verrà invitato a condividere il ricordo della visita tramite un oggetto, #architectureMW, incentrato sulla storia e sul valore artistico dell’edificio che ospita la mostra, #inspirationMW, con lo scopo di stimolare la vena artistica dei visitatori facendogli produrre immagini, #familyMW, dedicato alla visita al museo in famiglia, #favMW, in cui il pubblico è chiamato a condividere il proprio momento o oggetto preferito, e infine #poseMW, per gli amanti dei selfie e dei foto ritratti.

Seconda edizione, questa, che spera di ripetere il gran successo di quella dell’anno scorso, che era riuscita a coinvolgere 630 realtà museali a livello europeo, e che tra i nomi più celebri che avevano aderito all’iniziativa aveva contato la Tate Modern Gallery di Londra il Louvre, il Museo d’Orsay di Parigi e il Museo del Prado di Madrid.

Con #MuseumWeek si spera quest’anno di riuscire a coinvolgere un numero ancora maggiore di musei, magari integrando quelli italiani (che sono molto meno presenti sui social rispetto i colleghi del resto d’europa), e sperando che siano i musei più piccoli a sfruttare questa opportunità per mettersi in mostra e dialogare con i visitatori secondo le regole della #MuseumWeek di twitter: 7 giorni, 7 temi e 7 hashtag, quelli sopra citati.

SocialMeter, piattaforma di monitoraggio e analisi del parlato sui social media, sta analizzando i contenuti relativi alle keyword @MuseumWeek e #MuseumWeek