L’osservazione attraverso Social Meter Analysis del mondo Luxury individua quali siano i brand che hanno maggior seguito sui social media e che generano più contenuti. Tra questi, uno dei più presenti è Gucci.

Gucci è considerato, dopo Louis Vuitton, il brand più potente in termini di Total Brand Value, secondo l’indagine Best Global Brands 2013 di Interbrand (www.interbrand.com).

Rispetto alle aziende monitorate, Gucci risulta essere una delle maison più menzionata su Twitter (@gucci, dopo Louis Vuitton), ed anche l’hashtag ufficiale del brand, #Gucci, è uno dei più ricorrenti all’interno dei tweet relativi alle varie maison osservate.

Gucci1

 

Inoltre Gucci ha dei profili molto seguiti sia su Facebook, dove ha 12,8 milioni di Fans (secondo solo a Louis Vuitton, che ne conta 16 milioni); su Twitter Gucci conta 1,7 milioni di Followers, e si posiziona dopo LV e Burberry.

Come comunica Gucci:

In termini di presenza sui social, Gucci ha un account attivo su Facebook, Twitter, YouTube, Google Plus, Pinterest, Instagram, Tumblr, Spotify, e propone inoltre una app per iOS.

Gucci sostiene una intensa attività di comunicazione sui social media, ed in particolare su Twitter, dove è presente con un unico profilo internazionale, @gucci. L’azienda impiega, per i propri tweet, alcuni hashtag, quali #Gucci #GucciGuys #GucciMuseo #GucciFringe. In questo modo ogni collezione o iniziativa ha il proprio hashtag ufficiale.

La maison comunica il “mondo Gucci” attraverso diverse tipologie di tweet:

COLLECTIONS

Tweet che propongono immagini delle nuove collezioni, accompagnati da brevi claim (“Weekend warrior”, “Small details, big style”, “Something to get your heart racing”, “If you can’t get to the beach, bring the beach to you”).

Ogni collezione ha un hashtag ufficiale, utilizzato insieme all’hashtag ufficiale #Gucci nei tweet: #gucciguys per promuovere la Gucci Men’s Cruise 2014 collection; #gucci #prints per accompagnare immagini della collezione donna Cruise 2014 Playful Prints; #guccikids per la collezione bambino; #gucci #technocolor per la collezione Sunglasses Technocolor; #guccifringe per la collezione di borse Fringe, utilizzato anche per sostenere una iniziativa di marketing dell’azienda che propone su Spotify alcune playlist scelte da varie dj, ognuna “sponsor” di una delle borse della collezione.

IMPEGNO SOCIALE

Tweet che sostengono le cause sociali promosse dall’azienda.

Tra queste, ad esempio, l’iniziativa Chime for Change (acquisto di una fragranza Gucci per contribuire economicamente alla causa), promossa attraverso l’hashtag #Chimein, assieme agli hashtag #guccifragrances e #Chime4Change.

VITA MONDANA

Tweet relativi ai testimonial del brand ed alla partecipazione ad eventi mondani di prestigio.

Gucci ha raccontato ad esempio il MetGala 2014 attraverso gli hashtag #gucci #metgala ad accompagnare le foto della testimonial della maison Blake Lively durante l’evento; allo stesso modo racconta gli eventi in cui la maison è in qualche modo presente con foto, immagini, commenti, accompagnati dagli hashtag ufficiali delle manifestazioni, ad esempio #oscars, #GoldenGlobes, #baselworld.

Inoltre l’azienda condivide tutte le immagini di celebrità con abiti Gucci, con l’hashtag #Gucci.

LE PERSONE DI GUCCI

Tweet che raccontano curiosità e novità riguardanti le persone che ruotano intorno alla maison.

Ad esempio l’hashtag #frida accompagna foto e commenti del Direttore Creativo della maison Frida Giannini; #metandmarcus, hashtag ufficiale del duo di fotografi Mert Alas e Marcus Piggott, accompagna le immagini del dietro le quinte degli scatti per la campagna della nuova collezione Gucci.

Inoltre Gucci promuove alcune iniziative collaterali, quali le attività del Museo Gucci, con l’hashtag #GucciMuseo.

I profili Gucci sugli altri social media riprendono alcuni dei contenuti veicolati tramite Twitter, talvolta proponendo degli approfondimenti. Sul profilo Facebook internazionale i post, in parte in inglese ed in parte in italiano, integrano con descrizioni più discorsive le novità comunicate su Twitter; allo stesso modo su Pinterest, Instagram e Tumblr Gucci propone immagini che riprendono ed integrano quelle già veicolate tramite Twitter, mentre YouTube riporta soltanto i video già pubblicati anche sugli altri canali.

In generale Twitter è il canale più utilizzato da Gucci, e quello più completo dal punto di vista dei contenuti veicolati.

Come si parla di Gucci

Su Twitter la maggior parte delle menzioni di Gucci provengono da persone comuni che, pur non essendo esperte del settore lusso/moda, citano Gucci solo come brand simbolo dell’accessorio “di marca” per eccellenza. In questi termini, questa eccessiva diffusione del brand anche tra ambienti non legati al mondo fashion potrebbe comportarne una perdita di forza e credibilità.

Tuttavia Gucci è spesso menzionato anche da altre tipologie di utenti, quali le riviste dedicate al mondo della moda (Vogue Magazine, In Style, Harper’s Bazaar, Elle, Porter Magazine, Marie Claire), i quali parlano però per lo più dell’attuale testimonial Blake Lively e delle sue partecipazioni in total look Gucci ad eventi come il MetGala, del Direttore Creativo Frida Giannini, di iniziative come Chime for Change e di eventi particolari a cui Gucci partecipa, come il RHS Chelsea Flower Show o i prossimi Frieze masters a Londra.

Tra gli utenti più attivi che parlano di Gucci vi sono anche i magazine dedicati al lusso, quali MFFashion (Milano Finanza), Luxe, Luxury Pictures, Lussuosissimo, ed i blog dedicati al fashion, come PurseBlog e Purse&Co.

Si nota tuttavia che si parla di Gucci più per gli eventi, i personaggi e le iniziative che rappresentano il mondo Gucci, più che per i prodotti.